Trento sino a tutti gli anni ‘60 si presenta come un piccolo paese culturalmente arretrato. L’arrivo in città di star e personaggi famosi della televisione ha un certo seguito, ma non sfocia mai in acclamazioni di folla. La città però, in queste poche occasioni, si anima e i giovani si vestono di tutto punto.

 

Claudio Villa in Piazza Duomo a Trento. Foto tratta da “De Battaglia et al. Trento 1950-1980”.

 

Rita Pavone al Teatro Sociale di Trento. Foto tratta da “De Battaglia et al. Trento 1950-1980”.

 

Segno della profonda influenza della Chiesa in Trentino, anche in questo settore, fanno scandalo alcune fotografie pubblicate da una rivista di Trento nel 1959, raffiguranti la trentina d’adozione e attrice Maria Grazia Buccella, in abiti discinti durante la sfilata di Miss Mondo. 

Per quanto riguarda il panorama artistico locale, la maggior parte dei teatri in trentino sono parrocchiali e ciò influisce sulle scelte degli spettacoli da mettere in scena. Questi spazi teatrali, utilizzabili anche con altre funzioni, esistono in ogni paesino. La partecipazione è sempre forte, anche perché non c’è molto altro e si fanno rappresentazioni popolari dal prezzo abbordabile.

 

Concorso di Miss Italia 1952 a Villa Alessandro. Foto tratta da “De Battaglia et al. Trento 1950-1980”.

Il punto di svolta di una mentalità ancora chiusa è il 1968 quando, ad una contestazione tra pubblico e attori segue una protesta per le strade fuori dal Living Theatre, durante il quale fu scaraventato a terra un registratore, simbolo dei mezzi di comunicazione e del “controllo elettronico”.

 

Alcuni artisti trentini riescono comunque a raggiungere la popolarità grazie alla loro attività teatrale e cinematografica. Tra i principale citiamo Anna Maria Proclemer e Anna Maestri.

 

Da metà anni ’60 approda a Trento anche la prima scuola di danza, che coinvolge numerose bambine e ragazze e porta una ventata di novità ricreativa ed artistica nello spento capoluogo trentino.

 

 

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus
error: Questo contenuto è protetto!