Durante gli anni Settanta la moda segue una scia di rinnovamento: accanto alle tendenze hippy, camicioni larghi e lunghi, tuniche trasparenti, fiori giganti e monili di tutti i tipi, si diffonde un abbigliamento più pratico, caratterizzato dall’uso delle T-shirt, dei cardigan e dei jeans. In questo clima di cambiamento emerge la figura di una donna sempre più emancipata.

 

La moda degli anni Settanta propone look appariscenti, fiori, stampe etniche e, ancora, la optical mania, che prevede l’accostamento dei colori bianco e nero in fantasie a riquadri, a zig zag e a motivi geometrici, che creano un effetto tridimensionale e l’illusione del movimento. Impazzano pantaloni a zampa di elefante, cinturoni, maglie e giacche strette e corte per lui, minigonne in pelle e gonnelloni a fiori per lei.

 

Il “must have” del decennio, oltre ai pantaloni a zampa, sono gli shorts e gli hot pants (pantaloncini assai più corti delle minigonne che lasciano interamente scoperte le gambe), rigorosamente a vita alta, da portare con camicie colorate dal taglio svasato.

 

Le borse, fatte principalmente di tela e cuoio, sono pratiche e ampie. Immancabili gli zoccoli, le zeppe altissime, i tacchi cubici e gli stivali che coprono le ginocchia.

 

Tipici degli anni Settanta sono i cappelli, gli occhiali a goccia o tondi e le collane di legno. I bijou sono eccentrici ed esagerati, con motivi geometrici e floreali, e molto in voga è lo stile etnico, in particolare quello indiano.

 

Anche i capelli rappresentano l’appartenenza all’ala dei contestatori oppure allo stile bon ton delle famiglie “per bene”.
Il look trasandato diventa una vera e propria antimoda, simbolo di libertà. Secondo questo stile, i capelli si trasformano sempre di più in un groviglio di riccioli incolti, sciolti, lunghi, spesso cotonati, dalle frange a schiaffo.

 

Fra le donne, c’è chi tiene la riga in mezzo e chi doma la folta chioma con delle treccine. Nel primo caso, si possono avere capelli ultra lisci oppure una chioma leggermente ondulata, rifinita con una coroncina, di stoffa oppure di fiori. Per un look più elegante, invece, si portano i capelli lunghi divisi da una riga in mezzo o di lato, scalati e con ampie onde che regalano un effetto mosso.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus
error: Questo contenuto è protetto!