A due anni dall’inizio del fervore sessantottino le lotte si fanno più aspre e si tingono, anche a livello nazionale, dei colori di parte, colori che rimarranno impressi nel paese con gli anni di piombo.

A Trento ci sono vari episodi di violenza (ad esempio la bombe al monumento di Dante in piazza Venezia e alla macchina del sindacalista Giuseppe Mattei), ed in questo clima di tensione nasce una forte reazione operaia presso lo stabilimento di elettrodomestici di Trento nord, la Ignis (poi divenuta Iret).

È il 30 luglio 1970.

Nel primo pomeriggio, presso lo stabilimento Ignis doveva aver luogo un’assemblea del sindacato neofascista CISNAL, alla presenza del sindacalista Gastone Del Piccolo e del rappresentante del MSI, l’avvocato Andrea Mitolo. Già prima dell’assemblea il clima è teso, come è teso anche nei mesi precedenti, a causa di continue lotte tra i movimenti e sindacati di sinistra e quelli di destra.

 

 

 

Ignis , 30 luglio 1970

Foto di Giorgio Salomon, Archivio dell’Università di Trento, tratta da “30 luglio 1970” di L. Sardi e S. Schmid

 

 

 

Gli animi si fanno ancora più caldi a seguito dell’accoltellamento di due operai della fabbrica ed al lancio di due ordigni esplosivi.

Uscendo dall’assemblea Del Piccolo, Mitolo e il dirigente locale Ceccon vengono riconosciuti e fermati dal piccolo corteo. Nella borsa di Del Piccolo viene trovata un’arma contudente che gli operai pensano essere stata l’arma che ha ferito i due loro colleghi.

 

 

 

Ignis, 30 luglio 1970

Foto di Giorgio Salomon, Archivio dell’Università di Trento, tratta da “30 luglio 1970” di L. Sardi e S. Schmid

 

 

 

Ceccon viene malmenato e scortato in ospedale. Del Piccolo e Mitolo invece vanno incontro ad una sorte diversa: vengono loro appesi al collo due cartelli che li definiscono “fascisti ” e colpevoli dell’accoltellamento dei colleghi operai; vengono quindi scortati in una sorta di “via crucis”, come ostaggi, da Gardolo fino al centro città. Solo in piazza Pasi le forze di polizia mettono fine al corteo.

 

 

 

Ignis, 30 luglio 1970

Foto di Giorgio Salomon – Archivio dell’Università di Trento – tratta da “30 luglio 1970” di L. Sardi e S. Schmid

 

 

 

Ignis

Foto di Giorgio Salomon, Archivio dell’Università di Trento, tratta da “30 luglio 1970” di L. Sardi e S. Schmid

 

 

 

“Fu un episodio che determinò nel giro di pochi giorni il cambio del questore, del comandante dei carabinieri, vari arresti, latitanze e qualche episodio oscuro” [Mauro Lando, Dizionario dei fatti, dei personaggi, delle storie del Trentino, 2008-2011, vol.1].

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus
error: Questo contenuto è protetto!